Vai a sottomenu e altri contenuti

Bando di gara per Progettazione, realizzazione e gestione dell’impianto di distribuzione del gas nei Comuni appartenenti all’organismo di bacino n°10

Data pubblicazione on line: 31/07/2008
Data scadenza:
19/09/2008
Tipo gara: Lavori pubblici
Stato gara: In corso
ASSOCIAZIONE FRA COMUNI - BACINO N°10

-CAPOFILA-
COMUNE DI ORUNE - PIAZZA Remigio Gattu, 08020 ORUNE
tel. 0784/276823 – 276518 - Fax 0784/276280
Email: ut.comuneorune@tiscali.it URL: www.comune.orune.nu.it
prot. 3186 del 30.07.08
BANDO DI GARA
(Determina a contrarre n° 336 del 28.07.2008 del Responsabile Servizio LL.PP.)

Oggetto: Procedura aperta, ai sensi dell’art. 155 comma 1, lett.a) del D.L.vo N. 163/06, con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente piu vantaggiosa di cui all’art. 83, comma 1, del medesimo decreto, per la Concessione di lavori di “Progettazione, realizzazione e gestione dell’impianto di distribuzione del gas nei Comuni appartenenti all’organismo di bacino n°10 come da D.R.G. n°54/28 del 22.11.2005 e successiva determinazione n° 302 del 14.06.2006 e da D.R.G. 51/13 del 12.12.2006.

Lotto CIG: 01939081F1 Codice CUP : B45C06000120004

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE
I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO
Organismo di Bacino n° 10 - Sede istituita c/o Comune di Orune (capofila) – P.zza Remigo Gattu, 14 -08020 Orune (NU).
Punti di contatto:
Responsabile unico del Procedimento: Geom. Giuseppe Pittalis - Tel.: 0784/276823 -276518
cell. 3346982787 -Fax: 0784/276280
e-mail : ut.comuneorune@tiscali.it
Ulteriori informazioni sono disponibili presso:
I punti di contatto sopra indicati.
Il progetto preliminare e la documentazione complementare sono disponibili presso:
I punti di contatto sopra indicati.
Le offerte e le domande di partecipazione vanno inviate a:
Organismo di Bacino n.10 c/o Comune di Orune – P.zza Remigo Gattu 14, 08020 Orune(NU).

I.2.1) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: AUTORITA LOCALE.

I.2.2) PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVITA’: SERVIZI GENERALI DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE.
L’amministrazione aggiudicatrice non acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici.

SEZIONE II:OGGETTO DELL’APPALTO
II.1) DESCRIZIONE

II.1.1) Progettazione definitiva, esecutiva, direzione lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, costruzione e gestione della rete e degli impianti di distribuzione del gas metano nei comuni appartenenti al Bacino N. 10 (Comuni di Alà dei Sardi, Bitti, Onani, Orune, Osidda, Anela, Benetutti e Nule ).

II.1.2.1) Tipo di appalto
Lavori: Progettazione, esecuzione lavori e gestione servizi (art. 153 e sgg. D.L.vo 163/2006).

II.1.2.2) Luogo di esecuzione, luogo di consegna o di prestazione dei servizi:
Centri abitati dei comuni appartenenti al Bacino N. 10 (Comuni di Alà dei Sardi, Buddusò, Bitti, Onani, Orune, Osidda, Anela, Benetutti, e Nule).

II.1.3) Il Bando riguarda:
Affidamento di una concessione di lavori pubblici.

II.1.5) Breve descrizione dell’appalto o degli acquisti:
Affidamento con procedura aperta, ai sensi dell’art. 155 comma 1, lett. a) del D.L.vo N. 163/06, con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa di cui all’art. 83, comma 1, del medesimo decreto, della Concessione di lavori di “Progettazione, realizzazione e gestione dell’impianto di distribuzione del gas nei Comuni di Alà dei Sardi, Bitti, Onani, Orune, Osidda, Anela, Benetutti e Nule”, costituenti il Bacino n° 10.
La procedura, espletata sulla base del progetto preliminare presentato dal promotore ed approvato dalla Giunta del Comune di Orune con deliberazione G.M. n° 26 del 25/03/2008, e finalizzata all’individuazione dei due soggetti che hanno presentato le due migliori offerte e che parteciperanno con il promotore alla successiva procedura negoziata di cui all’art. 155, comma 1, lett. b) del D.L.vo N. 163/06, finalizzata all’aggiudicazione della concessione di lavori di cui sopra. Si da atto che nel caso in cui alla procedura aperta partecipi un solo soggetto o che la commissione ritenga valida e ammissibile l’offerta presentata da un solo soggetto parteciperà, con il promotore, alla procedura negoziata di cui sopra.
Nella procedura negoziata di cui all'articolo 155 lett. b) del D.Lgs 163/2006 il promotore potrà adeguare la propria proposta a quella giudicata dall'amministrazione più conveniente, in virtù della procedura avviata con avviso del 13/02/2007 In questo caso, il promotore risulterà aggiudicatario della concessione.

II.1.6) CPV: 32424000-1, 45231221-0 -CIG. 01939081F1 CODICE CUP B45C06000120004

II.1.7) L’appalto non rientra nel campo di applicazione dell’accordo sugli appalti pubblici.

II.1.8) Divisione in lotti: no

II.1.9) Sono ammesse varianti migliorative al progetto preliminare posto a base di gara.
II.2) QUANTITATIVO O ENTITA’ DELL’APPALTO

II.2.1.) Quantitativo o entità totale:
Valore stimato, IVA esclusa:

IMPORTO COMPLESSIVO DELL'INVESTIMENTO E LAVORI (IVA esclusa):

A. Importo totale delle lavorazioni € 12.774.092,14

B. Importo somme a disposizione € 1.719.685,55

Importo Totale dell’investimento (A+B) Euro € 14.493.777,69

Categoria prevalente : OG6 - Classifica VIII*
*Si da atto che ai sensi dell’art. 3 c. 2 del DPR 34/2000 è sufficiente il possesso della classifica VII incrementata di un quinto.


II.2.2) Percentuale minima dei lavori da aggiudicare a terzi
Non sussiste obbligo di affidamento a terzi di alcuna percentuale di lavori.
II.3) DURATA DELL’APPALTO O TERMINE DI ESECUZIONE -TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA:
Giorni sessanta (60) dalla data di stipula del contratto di concessione ovvero dalla consegna sotto riserva di legge.

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLA PROGETTAZIONE ESECUTIVA
(incluso coordinamento della sicurezza in fase di progettazione): giorni trenta (30) dalla data di approvazione della progettazione definitiva.

TERMINI DI ESECUZIONE DEI LAVORI:
Il termine massimo per l’inizio dei lavori di realizzazione delle opere strumentali all’espletamento del servizio di distribuzione è previsto in giorni 10 (dieci) decorrenti dal rilascio di tutti i pareri, permessi, nulla-osta, autorizzazioni, che sono necessari sulla base della normativa vigente e che la concessionaria dovrà richiedere tempestivamente a sua esclusiva cura e spese. L’ultimazione di detti lavori non dovrà essere superiore a mesi 24 (ventiquattro) dalla data di inizio lavori.

DURATA DELLA CONCESSIONE:
12 anni (dodici anni) (Legge 164/2000, art. 14), con decorrenza dalla data di entrata in esercizio della totalità delle reti di primo impianto e messa in gas delle stesse.
SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO
III.1) CONDIZIONI RELATIVE ALL’APPALTO:
III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste:
come indicate nel disciplinare di gara al punto 1 lettera A.9).

III.1.2) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell’appalto:
L’aggiudicatario avrà la facoltà di costituire una società di progetto in forma di società per azioni o a responsabilità limitata, anche consortile, ai sensi dell’art.156 del D. L.vo N. 163/06, il cui capitale sociale dovrà essere non inferiore a € 1.500.000,00. In caso di concorrente costituito da più soggetti, nell’offerta dovrà essere indicata la quota di partecipazione al capitale sociale di ciascun soggetto.

III.1.3) Corrispettivo per il concessionario:
Il corrispettivo del concessionario consiste nel diritto di gestire funzionalmente e di sfruttare economicamente i lavori realizzati alle condizioni previste dalle norme vigenti in materia e secondo le specifiche contenute nei documenti a base di gara.

III.1.4) Altre condizioni particolari cui è soggetta la realizzazione dell’appalto:
Sarà possibile accedere a contributi pubblici in misura pari al 48% dell’importo stimato per la realizzazione della rete di distribuzione del gas nei comuni di cui al presente bando, calcolato secondo Deliberazione G.R. della Regione Autonoma della Sardegna n. 54/28 del 22.11.2005 e successiva determinazione dirigenziale n. 302 del 14 giugno 2006.
Al concessionario sarà dovuto al termine della concessione il valore residuo dell’investimento non ammortizzato come risultante dal bilancio di esercizio coerentemente con il disposto della Regione Sardegna in materia.
III.2) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE
Sono ammessi a partecipare alle procedure di affidamento i soggetti di cui all’art.34 del D.L.vo n. 163/06, salvo i limiti espressamente indicati nel D.Lgs. 163/2006 e nel presente bando ovvero:
a) gli imprenditori individuali, anche artigiani, le società commerciali, le società cooperative;
b) i consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro costituiti a norma della legge 25 giugno 1909, n. 422, e del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947, n. 1577 e successive modificazioni, e i consorzi tra imprese artigiane di cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443;
c) i consorzi stabili, costituiti anche in forma di società consortili ai sensi dell'articolo 2615-ter del codice civile, tra imprenditori individuali, anche artigiani, società commerciali, società cooperative di produzione e lavoro, secondo le disposizioni di cui all’articolo 36 D. Lgs. 163/2006 e s.m. e i.;
d) i raggruppamenti temporanei di concorrenti, costituiti dai soggetti di cui alle lettere a), b) e c), i quali, prima della presentazione dell’offerta, abbiano conferito mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, qualificato mandatario, il quale esprime l’offerta in nome e per conto proprio e dei mandanti; si applicano al riguardo le disposizioni dell’articolo 37 D. Lgs. 163/2006 e s.m. e i.;
e) i consorzi ordinari di concorrenti di cui all’articolo 2602 del codice civile, costituiti tra i soggetti di cui alle lettere a), b) e c) del presente comma, anche in forma di society ai sensi dell’articolo 2615 ter del codice civile; si applicano al riguardo le disposizioni dell’articolo 37 D. Lgs. 163/2006 e s.m. e i.;
f) i soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico (GEIE) ai sensi del decreto legislativo 23 luglio 1991, n. 240; si applicano al riguardo le disposizioni dell’articolo 37 D.Lgs. 163/2006 e s. m. e i.. Non possono partecipare alla medesima gara concorrenti che si trovino fra di loro in una delle situazioni di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile.

Tutti gli operatori economici di cui ai precedenti punti 1. e 2. potranno associarsi o consorziarsi con enti finanziatori o gestori di servizi.
Le stazioni appaltanti escludono altresì dalla gara i concorrenti per i quali accertano che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. Non possono partecipare alla medesima gara concorrenti che si trovino fra di loro in una delle situazioni di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile.

III.2.1) Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi all’eventuale iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale:
Come indicato nel disciplinare di gara al punto 1.

III.2.2) Capacità Economica – Finanziaria e Tecnica
I concorrenti devono essere in possesso dei requisiti indicati nel disciplinare di gara al punto 1 lettera A.4)

SEZIONE IV: PROCEDURA

IV.1) Tipo di procedura:
Aperta

IV.2) Criteri di aggiudicazione:
Criteri di valutazione e relativi punteggi massimi attribuiti:
A) Condizioni economiche Punti 40
A1) Valore delle opere offerte di cui al Piano economico e Finanziario Punti 17
A2) Attività promozionali in favore dell’utenza Punti 17
A3)
Costo dell’allacciamento richiesto all’utente Punti 6
B) Piano industriale per la realizzazione degli impianti Punti 25
B1) Completezza delle soluzioni tecniche alternative della proposta del promotore Punti 10
B2) Entità, validità e attendibilità delle soluzioni tecniche progettuali adottate Punti 10
B3) Termini entro i quali saranno realizzati i singoli interventi Punti 5
C) Modalità di gestione (qualità – sicurezza) Punti 35
C1) Qualità Punti 15
C2)
Sicurezza e continuità del servizio Punti 20

I suddetti criteri di valutazione degli elementi di cui sopra e la procedura di gara sono meglio esplicitati nel disciplinare di gara al punto 3.
IV.3) INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO
IV.3.1) Termine ultimo per la presentazione delle offerte:
52 (cinquantadue) giorni dalla data di spedizione del presente bando alla Gazzetta Ufficiale Comunità Europea. Il bando viene inviato alla GUCE in data 30/07/2008. Pertanto le domande di partecipazione unitamente all’offerta dovranno pervenire entro le 12.00 del giorno 19/09/2008.
IV.3.3) Lingue utilizzabili per la presentazione delle domande: Italiano
SEZIONE V: ALTRE INFORMAZIONI
V.1) APPALTO CONNESSO AD UN PROGETTO E/O PROGRAMMA FINANZIATO DA FONDI COMUNITARI: no

V.2) INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
Documentazione di gara – Obbligo di Sopralluogo
Le norme integrative del presente bando in ordine alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell’appalto, sono a disposizione in formato telematico sul sito istituzionale del comune capofila di Orune: www.comune.orune.nu.it , mentre il progetto preliminare posto a base d’offerta, è visionabile presso l’Ufficio Tecnico -Servizio LL.PP. del Comune di Orune (capofila del Bacino n°10), Piazza Remigio Gattu, 08020 Orune (NU) Tel.: 0784/276823 - Fax: 0784/276280 - e-mail: ut.comuneorune@tiscali.it – dal lunedì al venerdì dalle ore 11:00 alle ore 13:00. Il richiedente può estrarne copia a sua cura e spese.
E’ necessario il sopralluogo obbligatorio presso i siti oggetto dell’intervento. Il partecipante dovrà fissare, con almeno 5 (cinque) gg di anticipo, apposito appuntamento con il responsabile unico del procedimento, che provvederà ad informare i referenti degli uffici tecnici di tutti i Comuni appartenenti al Bacino n°10, i quali dovranno vistare e timbrare il modulo di certificato di avvenuto sopralluogo, da ritirare presso il comune capofila (Orune); tale modulo dovrà essere allegato in originale all’offerta (Busta A, vedi punto A.11 del Disciplinare di Gara). Detto certificato potrà essere rilasciato solamente al titolare, legale rappresentante, procuratore, socio, direttore tecnico e a tutti i soggetti che rivestono cariche sociali desumibili dal certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. Non potrà essere rilasciato a semplici delegati.

Documentazione da allegare all’offerta
La documentazione da allegare all’offerta è dettagliatamente indicata nelle norme integrative alle quali si rimanda.

Data prima seduta:
24/09/2008, ore 10.00, regolamentata nel disciplinare di gara.

Altre informazioni
Il Responsabile unico del Procedimento è il geom. Giuseppe Pittalis, domiciliato c/o il Comune di Orune.
I chiarimenti e le informazioni potranno essere richiesti ai punto di contatto di cui al punto I.1). La Commissione aggiudicatrice, nominata ai sensi e per gli effetti dell’art. 84 del DLGS 163/2006 e ss.mm.ii., si riserva la facoltà di chiedere ai concorrenti di completare o fornire chiarimenti in ordine al contenuto dei certificati, documenti o dichiarazioni presentate alle condizioni e nei limiti previsti dall’art.46 del D. L.vo N. 163/06.

Trattamento dei dati personali
I dati forniti dai concorrenti saranno trattati con strumenti informatici per le sole finalità connesse all’espletamento della procedura di cui al presente bando in modo tale da garantirne la sicurezza e la riservatezza, nel rispetto della vigente normativa in materia di protezione dei dati personali di cui al D. L.vo N. 196/2003.
Contributo a favore dell’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici di lavori servizi e forniture
Ai sensi dell’art.1, commi 65 e 67 della Legge n. 266/05 e della Deliberazione dell’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici del 24/01/2008 per partecipare alla presente procedura i concorrenti sono tenuti, pena l’esclusione, al preventivo versamento della somma di € 100,00 (diconsi euro cento/00) a favore della citata Autorità con le modalità meglio descritte nel disciplinare di gara.
V.3) PROCEDURE DI RICORSO
V. 3.1) Organismo responsabile delle procedure di riscorso
Tribunale Amministrativo Regionale della Sardegna - Via Sassari n. 17 - 09100 Cagliari, Italia.

V.3.2) Presentazione di ricorso:
Non sono previsti termini diversi da quelli legali.

V.3.3) Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione di ricorso:
Non costituito.

V.4.) In materia di controllo dei requisiti si applica l’art.48 del Decreto Legislativo n. 163/2006.

V.5) DATA DI SPEDIZIONE DEL PRESENTE BANDO:
Il presente Bando è stato spedito in via telematica all’Ufficio delle Pubblicazioni dell’Unione Europea, per la pubblicazione sulla G.U.C.E. in data 30/07/2008 e ricevuto in pari data.

Il presente bando di gara è affisso all’albo pretorio del Comune di Orune e degli altri comuni del Bacino n°10, e pubblicato sul sito istituzionale del comune capofila: www.comune.orune.nu.it nonché sui siti internet dei Comuni facenti parte del Bacino del gas n° 10 e nel sito ufficiale della regione Sardegna.

Orune, 30/07/2008
Il Responsabile unico del Procedimento
(Geom. Giuseppe Pittalis)

Esito

Da definire

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Scarica Bando, disciplinare e allegati vari Formato zip 1047 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Lavori Pubblici
Referente: Giuseppe Pittalis
Indirizzo: Via Remigio Gattu
Telefono: 0784276823  
Fax: 0784276280  
Email: ufficiotecnico@comune.orune.nu.it
Email certificata: ufficiotecnico@pec.comune.orune.nu.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto